Museo Multimediale

Le visite al museo sono momentaneamente sospese.

“La Tuscia Farnese”

La Tuscia Farnese

Il progetto “La Tuscia Farnese” si propone di evidenziare, attraverso l’utilizzo di tecnologie innovative per la digitalizzazione e fruizione dei beni culturali, il ruolo centrale che la famiglia Farnese ha svolto nello sviluppo del territorio fino alla sua attuale identità. Fulcro del progetto è l’allestimento multimediale di un percorso di visita al Palazzo Farnese di Caprarola, centro di interesse e sede di eventi che hanno segnato la vita e condizionato la storia del periodo Farnese e dell’Alto Lazio.

 

Presentazione del Museo

 

l’ Allestimento Multimediale

la Prima Sala

Museo Multimediale
Una prima sala di ingresso alla visita permette di accedere ad approfondimenti multimediali attraverso tre postazioni touchscreen interattive. È possibile accedere al sistema turning page, ai percorsi virtuali di Palazzo Farnese a Caprarola e alla Ricostruzione 3D della Città di Castro.

Sala del Fungo

Museo Multimediale
Proseguendo nella visita, la prima sala del percorso è la “Sala del Fungo” che ospita una proiezione circolare lungo la grande parete interna circolare, una multivisione su uno schermo naturale lungo 60 metri che, attraverso degli affreschi audiovisivi, ripercorre in 12 tappe, corrispondenti a 200 anni di storia, l’ascesa e la caduta della famiglia Farnese.

Corridoio dei Ritratti

Museo Multimediale
L’attiguo “Corridoio dei Ritratti” presenta lungo il percorso otto postazioni interattive nelle quali sono riprodotti digitalmente i ritratti delle personalità di maggior spicco nella storia della famiglia. I ritratti sono vivi, all’approssimarsi dell’utente i personaggi dipinti si destano, rivelando attraverso racconti, immagini e suggestioni audiovisive i momenti salienti della propria storia, quelli che hanno inciso per sempre nella storia della famiglia e del territorio.

Ranuccio

Museo Multimediale
È proprio Ranuccio II che, dopo aver raccontato la propria storia, esce dal ritratto per scortare il visitatore nella vicina “Sala del Teatro Virtuale”, dove due servitori di palazzo, impersonati da Valeria Ciangottini e Cosimo Cinieri, raccontano il lato nascosto della storia della famiglia, la vita quotidiana, i pettegolezzi della servitù.

lo Spettacolo Serale

Museo Multimediale
Il percorso del museo virtuale è arricchito dallo spettacolo serale in multivisione con proiezioni sulla facciata del Palazzo. Grazie a potenti sistemi di proiezione e multivisione a registro gli elementi architettonici della facciata sono stati utilizzati per evidenziare i particolari delle storie narrate e ospitare il Genius Loci, il genio del palazzo, impersonato da Massimo Foschi, conoscitore profondo e un po’ parziale della vera storia della famiglia. Le idee, la politica, le donne, le lotte e le vittorie dei Farnese sono rievocate durante un sontuoso ricevimento di palazzo. Il genio, ospite e cicerone nella storia, introduce le personalità del mondo della cultura e dell’arte che gravitavano intorno alla famiglia e che ne raccontano diversi aspetti, come Michelangelo, Ariosto, Guicciardini. Ospiti d’onore, Giulia Farnese, rappresentante delle donne della famiglia e Pasquino, voce del popolo romano. La documentazione e i percorsi tematici sono raggiungibili anche attraverso applicazioni mobile, un modo per valorizzare ulteriormente nel panorama culturale un territorio come l’Alto Lazio, ricco di storia, di arte e di memoria.